Azienda

Casa Marella dal 1987 Piccolo Pastificio Artigiano

Faccio pasta da tanti anni: per amore, per piacere, per simpatia. Me la ricordo da sempre: le pastine glutinate che mi hanno svezzato, gli spaghetti lunghissimi e gli ziti da spezzare, con il loro profumo di pane e di erba tagliata, che da ragazzetto andavo a comprare sfusi, avvolti nella carta da zucchero. A quei tempi, la pasta ci faceva crescere sani e non procurava intolleranze: forse, perché i grani erano più naturali.

Il nostro piccolo pastificio artigiano si richiama a quella tradizione, impiegando nella produzione solo semole di qualità eccellente, ricavate da grani pugliesi, raramente miscelati con grani di altra Italiana provenienza, ma sempre di pari qualità. Impastiamo con poca acqua depurata e trafiliamo con bronzo per ottenere una superficie ruvidissima.
Ma il nostro segreto – lo stesso degli antichi maestri – è la temperatura di essiccazione: 37/38 gradi. E la temperatura del corpo umano, del sole di Puglia, dei nostri essiccatoi che, a seconda dei formati, accolgono la pasta per 18/72 ore, anche oltre, accarezzandola dolcemente con una ventilazione controllata.

Così, la fermentazione e l’acidificazione sono più accurate, gli amidi non gelatinizzano e gli amminoacidi (come la lisina e il triptofano) rimangono integri. Il risultato è un prodotto profumato, poroso e delicato, che rende molto in cottura, cede abbondante e cremoso amido, cattura i condimenti, non solo in superficie; tutto a vantaggio del gusto, della leggerezza e della digeribilità.

Di fronte ad un piatto di pasta, ci si sente tranquilli, rilassati, predisposti al piacere. Mangiando la pasta si ha una sensazione di benessere che, forse, influenza il carattere degli Italiani, sempre pronti al buon umore e all’ottimismo.

Ciò non è senza basi scientifiche: il triptofano contenuto nella pasta aiuta la sintesi della serotonina, l’ormone della felicità; d’altro canto, numerosi studi hanno rilevato che un’alimentazione priva di carboidrati aumenta il rischio di depressione, irritabilità e insonnia. Inoltre, contrariamente a quanto spesso si sente dire, la pasta non fa ingrassare, se mangiata con condimenti e in porzioni adeguate (tra gli 80 e i 90 grammi, a seconda dell’età e delle condizioni di salute).

La pasta è un sistema di vita, una soluzione alla monotonia, una geniale espressione della cultura italiana. In questa chiave, il nostro piccolo pastificio artigiano, vuole essere una fabbrica di allegria e di amore per i ricordi, per la vita e per le tradizioni della nostra Terra.
Vi preghiamo di considerare questo prodotto l’espressione della passione di pochi sognatori che si impegnano a salvaguardare la pasta dagli inquinamenti e dalle scorciatoie offerte dalla più spinta tecnica industriale: qualche lieve imperfezione attesta l’artigianalità e la manualità dei processi.

Carrello
0